Il Sentiero dei Castelli

Questo itinerario, che collega i paesi di fondovalle ai beni archeologici presenti a mezza montagna quali i castelli di Grosio, di Mazzo, di Tovo e la torre di Vione, permette una ampia visione sul territorio tra Tirano e Grosio con i suoi monumenti più importanti. E’ indicato con segnavia e cartelli e raccordato in più punti alla pista ciclabile sentiero Valtellina, adattabile dunque alle esigenze di ogni ciclosescursionista.

Alcune delle attrattive sul percorso sono il Castello di San Faustino, la Rupe Magna nel Parco delle incisioni rupestri con figure risalenti all’età del bronzo e del ferro, il castello Visconti Venosta a Grosio, e le numerose chiese, tra cui quella di S. Alessandro a Lovero, la parrocchiale dei Santi Cosma e Damiano aSernio e il santuario della Beata Vergine delle Grazie, a Grosotto.

Sulla sponda sinistra dell’Adda, da Grosotto ci si dirige verso Mazzo di Valtellina e Tovo di S. Agata, proseguendo il percorso verso i resti di antiche fortificazioni risalenti al 1300, la torre Pedenale nell’omonima contrada e il castello di Bellaguarda.

Sul Sentiero dei Castelli, nel centro di Sernio a pochi metri dal bike hotel ‘Il Seicento’, si trova la torre costruita nel XV secolo a guardia del paese.